Galleria Museo Palazzo Valenti Gonzaga


Vai ai contenuti

Chi siamo



La gioia per le cose belle è indipendente
dal loro possesso…


Chi siamo

La
realizzazione della Galleria Museo Valenti Gonzaga nasce da un’idea-progetto di Alfonso Rocco Linardi, docente della Facoltà di Ingegneria - Università degli studi di Pavia, sede di Mantova.

La
Galleria, la Cappella e le Stanze del Palazzo, una volta segrete ed esclusive, si rivelano e si offrono al visitatore in tutta la loro magnificenza.
Esse rappresentano, come afferma il Prof. Rodolfo Signorini, un “motivo di consapevolezza dell’alto valore della civiltà umana, culturale ed artistica di Mantova e si ergono a maestosa, solenne testimonianza”.

La Galleria Museo Valenti Gonzaga, che ingloba anche il
Centro Arte & Cultura dedicato ad Alfonso Monfardini (1887-1965) - pittore e scultore, autentico bohémien, artista tra i più amati dai mantovani - si propone di essere punto di riferimento privilegiato per gli innamorati dell’Arte, della Cultura, della Storia del territorio virgiliano.

Le finalità perseguite dai curatori della Galleria Valenti Gonzaga si declinano ed estrinsecano su diversi piani:

-
espletare l'attività museale in modo elitario, con visite esclusive e guidate, anche notturne, allestire mostre d’arte di alto valore, promuovere ed organizzare premi e fiere letterarie,convegni ed eventi culturali.

-
sviluppare progetti formativi con lo scopo di diffondere gli ideali di bellezza dell'arte, così come ha insegnato Caspar David Friedrich (1774 - 1840), pittore del Romanticismo tedesco che più di tutti ha celebrato la bellezza come esperienza del sublime, considerando l’arte come il linguaggio di un animo infallibilmente puro e come unica vera sorgente del cuore.

-
mostrare il fastoso apparato decorativo degli interni nei modi del Seicento, fra cui la spettacolare volta, le pareti affrescate e stuccate del grande Camerone di rappresentanza, commissionato dal marchese Odoardo Valenti Gonzaga (1620 - 1677) a grandi artisti di illustre fama, quali Geffels e Barberini, per celebrare, attraverso la riproduzione degli stemmi, le donne che entrarono a far parte della famiglia Valenti Gonzaga.
Durante la visita a Palazzo sarà come incontrare e conoscere
Isabella Gonzaga, madre di Odoardo Valenti e le due mogli di quest'ultimo, Eleonora Coppini e Laura di Castelbarco, giovane e bellissima dama.

- introdurre i visitatori nelle Sale dove si svolgevano i riti familiari, come nella
Cappella, dove il Cardinale Silvio Valenti Gonzaga celebrava privatamente la S. Messa e venivano cresimati i figli dei componenti l'illustre casato, al cospetto di amici e padrini presenti nell’adiacente Camerone stuccato, nella Galleria dove si ricevevano gli ospiti e nelle recovie (la Stanza del Trionfo del Tempo sulla Fama e la Stanza degli Stemmi) dove si dormiva tra stucchi evocanti la nobile progenie - le aquile ed i leoni delle Casate Valenti, Castelbarco, Bentivoglio d’Aragona, Gambara e Arrivabene.
Questo affascinante percorso susciterà una sensazione di grande godimento ed una
gioia per le cose belle, che è indipendente dal loro possesso…




Torna ai contenuti | Torna al menu